Sito web hotel: le 5 caratteristiche ideali del sito perfetto

Sito web Hotel le caratteristiche essenziali

Sito web hotel: quali caratteristiche deve avere? Quali devono essere i tempi di caricamento?

Negli ultimi anni, la navigazione via smartphone ha superato quella da computer, difatti sono sempre di più gli utenti che utilizzano un dispositivo mobile per acquisire informazioni e prenotare un soggiorno presso un hotel.

Secondo una statistica di StatCounter, per la prima volta nell’ottobre 2016 lo smartphone ha scalzato il desktop in termini di navigazione.

Infatti il 51,3% ha usufruito del web attraverso mobile contro il 48,7% da desktop, un dato importante che già nel 2015 aveva portato Google, attraverso l’algoritmo Mobilegeddon, a premiare i siti che si adattavano ai vari dispositivi, garantendogli così un miglior posizionamento.

Sito web Hotel: mobile first + semplicità di navigazione

Veloce nel caricamento

È la parola d’ordine del vostro sito web hotel. Ogni pagina deve caricarsi in meno di 2 secondi, altrimenti c’è il rischio di un drop, ossia di perdere l’utente intento a prenotare il vostro hotel. Sopra i 3 secondi, circa il 40% degli utenti tende ad abbandonare il sito, risulta quindi indispensabile velocizzare il più possibile l’esperienza dell’utente.

Semplice nella navigazione

Per permettere di prenotare attraverso mobile, occorre che venga semplificato il percorso di conversione, vanno quindi ridotti al minimo indispensabile i passaggi necessari per effettuare una prenotazione curando attentamente il booking engine.
Discorso simile deve essere fatto per il numero di telefono, presente in ogni pagina del sito qualora si volesse contattare la struttura per ulteriori informazioni.

Chiaro nei contenuti

Testi e immagini del sito dell’hotel devono essere quanto mai chiari e puliti. I testi devono risultare leggibili, prediligendo contenuti sintetici con elenchi puntati ed evitando di dover ricorrere allo zoom per leggere.
I bottoni devono essere di dimensioni maggiori rispetto alla desktop version, così da evitare clic accidentali che potrebbero causare un drop dell’utente.

Geolocalizzare la struttura

Secondo una ricerca di Revinate, le prenotazioni da mobile hanno un boom “last minute”, il viaggiatore tende a prenotare il soggiorno in hotel per il giorno stesso e spesso lo effettua da pochi isolati di distanza da dove soggiornerà.

Questa pratica è tipica dei Millennials, generazione particolarmente predisposta alla tecnologia, che spesso usufruisce di ulteriori agevolazioni “last minute”.

A tal proposito risulta quanto mai utile predisporre delle campagne pubblicitarie geolocalizzate attraverso Google AdWords che devono risultare fruibili esclusivamente dagli utenti mobile.

Studiare le statistiche di traffico del sito web hotel

Non bisogna mai dimenticarsi di tenere d’occhio i risultati di conversione, prestando attenzione all’analisi del traffico e al comportamento degli utenti. Google offre diversi strumenti di lettura tra cui Google Analytics for Mobile App che aiuta a tracciare i dati dei dispositivi mobili.

Come conquistare nuovi clienti attraverso Facebook

come conquistare clienti utilizzando Facebook anche per strutture ricettive

Negli ultimi anni abbiamo assistito alla corsa delle aziende per essere presenti sui social network, ma esserci è sufficiente?

In un panorama sempre più globalizzato ed in cui le informazioni vengono continuamente filtrate dall’imbuto digitale, esistere non basta più, bisogna saper comunicare per differenziarsi.

Come abbiamo sottolineato più volte, i social network stanno diventando una vera e propria risorsa per tutte quelle strutture ricettive che vogliono farsi conoscere da potenziali clienti che passano molto del proprio tempo sul web. Facebook, è il più grande social network esistente con oltre 1 miliardo di iscritti, di cui 27 milioni italiani. Secondo le stime del Content Marketing Institute, il 70% delle aziende b2b pubblica il doppio dei contenuti rispetto al 2015, ma spesso non sa farlo in modo efficace.

Erroneamente, i social vengono visti da qualcuno come un cartellone pubblicitario dove far campeggiare la propria offerta, sperando che qualcuno passi di lì e ne rimanga interessato. In realtà Facebook nasce con lo scopo di instaurare rapporti e di creare comunicazione tra le persone, non come vetrine dove vendere i propri prodotti.

Nell’universo dei social la parola d’ordine è quindi engagement, ossia il coinvolgimento degli utenti nei vari post, il segnale per cui il contenuto pubblicato ha suscitato una reazione nel prossimo.

Come creare engagement per una struttura alberghiera?

Innanzitutto si deve attivare una pagina fan e non un profilo privato, in quanto quest’ultimo consente un’interazione ed una visibilità limitata e impedisce di monitorare il traffico della pagina. Dopo di che si deve avere ben chiaro il tipo di pubblico che si vuole raggiungere (età, luogo, hobby), così da poter creare dei contenuti a seconda di quel target; il linguaggio mordi e fuggi usato per raggiungere i Millennials, fatto anche di emoticon, è un linguaggio totalmente diverso rispetto a quello di un pubblico over 60. Successivamente si devono creare dei contenuti che incuriosiscano il lettore e che lo rimandino al sito web della vostra struttura.

In questo frangente le sensazioni giocano un ruolo fondamentale, per questo utilizzare immagini emozionali in grado di anticipare le aspettative possono fare la differenza. Ad esempio si può pubblicare una foto del tramonto suggestivo di cui si può godere da una vostra camera con la frase:

Vieni a scoprire dove godere di un panorama così

Con il link che rimanda al vostro sito o al booking engine, è ovvio che questo genere di post sarà molto più efficace di una banale foto della piscina con scritto “la nostra piscina”.

In una pagina Facebook bisogna continuare a sapersi raccontare ai potenziali clienti con un linguaggio semplice e diretto, cercando di attrarre gli utenti: si possono stimolare commenti, offrire buoni sconto, invitare a scaricare pdf informativi oppure iscriversi alla newsletter, e non ultimo esortare alla condivisione.

Quando e come pubblicare contenuti?

Sul web si trovano tantissimi consigli su quanti post si debbano pubblicare al giorno e a che ora vadano pubblicati. In realtà non esiste una formula magica per conquistare nuovi clienti, tuttavia è possibile identificare il momento migliore per postare su Facebook, grazie agli strumenti Insights che permettono di sapere in quali orari del giorno si collegano la gran parte dei propri fan.

Il consiglio è quello di fare dei test e misurare la risposta dei follower, ricordandosi sempre che la costanza nel pubblicare e la qualità di ciò che viene pubblicato sono da considerarsi armi vincenti.