Quali sono i 4 cardini della disintermediazione alberghiera | Podcast Ep.3

Podcast Ep.3 – Quali sono i 4 cardini della disintermediazione alberghiera!

Disintermediare, disintermediare, disintermediare!
Nell’ambito di gestione alberghiera se ne parla tanto, ma nella pratica come si riesce ad intavolare una strategia per ottenere più prenotazioni dirette per il proprio hotel?

Nella terza puntata del podcast Ospitalità 4.0 elenchiamo quelli che sono i 4 cardini della disintermediazione alberghiera.

Nella terza puntata del podcast parleremo di:

1. Il Channel Manager come primo strumento di disintermediazione

Può sembrare una contraddizione ma poter definire quante camere possono essere messe in vendita in ciascun portale, attraverso un channel manager, permette di avere un maggior controllo su quelle che sono aperture e chiusure in base al periodo dell’anno.

Questo perché poter definire quanti alloggi metterò in vendita nel periodo di Agosto su ciascun portale OTA, mi permette di avere maggior controlla sulla gestione della mia struttura. Bilanciare sapientemente il numero di prenotazioni dirette con quelle intermediate permette di evitare il fenomeno della “piramide rovesciata”.

Si ha una piramide rovesciata quando alla base del mio “libro delle prenotazioni” non ci sono quelle dirette ma bensì quelle intermediate. Le prenotazioni con commissione non possono essere lo zoccolo duro del nostro business, per questo dobbiamo usare sapientemente il Channel Manager per mantenere il giusto equilibrio.

2. Il Booking Engine, la testa d’ariete nella nostra strategia di vendita

Per molti ascoltatori il tema booking engine è un argomento già sentito e ben noto, tuttavia ci sentiamo di dire che in questo caso repetita iuvant.
Un booking engine dall’interfaccia professionale, responsive e semplice da utilizzare è un fattore determinante per aumentare il tasso di conversione, questo mette a disposizione del cliente un sistema di booking da cui è possibile prenotare un alloggio in pochi click.

Ricordatevi che un booking engine per disintermediare efficacemente deve essere intuitivo, responsive per ogni dispositivo ma soprattutto rassicurante (e sicuro) per quanto riguarda la trasmissione dati personali e della carta di credito del prenotante!

3. Sito Web Moderno

Nell’episodio Marco e Edoardo affrontano anche l’argomento sito web dell’hotel e inventano un breve questionario per dare modo all’albergatore di autovalutarsi.

Le domande da porsi sul proprio sito sono:

  1. Il mio sito è responsive? L’ho provato personalmente da diversi dispositivi?
  2. Ha le call to action evidenti e chiare?
  3. Rispetta gli standard di sicurezza (https)?
  4. È GDPR compliant?
  5. Presento promozioni aggiornate e ancora attive?

Se almeno 4 dei 5 punti sopra li avete rispettati, allora siete sulla strada giusta!

4. Email Marketing integrata nel CRM

La strada per disintermediare passa anche attraverso la definizione di campagne di email marketing… ma con un occhio sempre aperto sulle normative introdotte dal GDPR.

Uno strumento software all-in-one permette di creare campagne email mirate che pescano i dati e quindi i contatti direttamente nel CRM dell’hotel. Le campagne email vengono create individuando e segmentando i clienti sulla base di informazioni che gli ospiti hanno fornito durante il loro soggiorno in struttura.
Il secondo occhio aperto lo teniamo anche all’analisi delle performance e conversioni dopo l’invio delle campagne, tenendo conto di aspetti importanti come:

  • tasso di apertura
  • messaggi finiti nello spam
  • unsubscribe

Nello specifico spiegheremo come un sistema gestionale tutto in uno, che integra CRM e  strumenti di email marketing, possa permettere di automatizzare diversi aspetti:

  • Se invio una newsletter ad un cliente e questo effettua l’unsubscribe, il CRM si aggiornerà automaticamente, tenendo così il database pulito e a norma di legge;
  • Se un utente al momento della prenotazione attraverso booking engine, seleziona la checkbox per ricevere email promozionali, il CRM si aggiornerà automaticamente con la data di sottoscrizione.

Slope Podcast – Ospitalità 4.0

Slope Podcast - Ospitalità 4.0

Il primo podcast interamente dedicato al mondo dell’ospitalità!

Se gestisci una struttura ricettiva o lavori in hotel come receptionist, marketer, consulente di revenue, consulente di strategie di vendita o semplicemente sei un appassionato di gestione alberghiera… allora questo è il podcast che fa per te!

Attraverso le parole di Edoardo Ridolfi, marketer ed esperto di comunicazione Slope e Marco Matarazzi, ingegnere informatico e co-founder di Slope, affronteremo argomenti e aspetti tecnologici che ruotano intorno alla gestione alberghiera.

Perché abbiamo scelto “Ospitalità 4.0” come titolo del podcast?

“Ospitalità 4.0” è un termine preso in prestito dal settore dell’industria dove si parla molto di Industria 4.0 come evoluzione dei processi produttivi aziendali al fine di automatizzare ed efficientare processi produttivi.

Crediamo che questo concetto debba essere applicato anche nel settore alberghiero, il tutto si traduce con il mettere a disposizione strumenti “smart” che siano in grado di interagire tra di loro in modo automatico con il fine di semplificare i processi e aumentare le vendite.

Fare il salto all’“Ospitalità 4.0” consiste quindi nell’introdurre nei processi di lavoro dell’azienda che vende ospitalità, strumenti moderni e semplici che siano in grado di semplificare il lavoro di tutto il team dell’hotel.

Nei primi episodi Edoardo e Marco tratteranno quelli che sono i concetti alla base della gestione alberghiera partendo da quelli che sono i diversi software a disposizione dell’albergatore e il suo team.

Gli argomenti affrontati nel podcast sono applicabili a strutture grandi ma anche a strutture molto piccole. Paradossalmente sono proprio le realtà più piccole a trarre il maggior vantaggio dal podcast. Questo perché, proprio nel piccolo B&B in cui ciascun membro del personale deve svolgere compiti di diversa natura: l’automatizzazione del lavoro tramite un software permette di risparmiare prezioso tempo che può essere speso in altro modo.

Ep.1 – Perché un hotel non può fare a meno di un software gestionale

Un albergatore ha davvero bisogno di un software gestionale per gestire il suo hotel o può essere sufficiente utilizzare un foglio di calcolo?
Facendo gli avvocati del diavolo cercheremo di capire quali sono i vantaggi di utilizzare un file excel per gestire un hotel.

Dopo una panoramica generale sull’evoluzione dei software gestionali, cercheremo di capire come gestire alcuni aspetti fondamentali come:

  • Calendario prenotazioni
  • Gestione prenotazioni di singoli e di gruppo
  • Portale alloggiati
  • Istat
  • Tassa di soggiorno
  • Emissione documenti fiscali (tra cui fatturazione elettronica)
  • Reportistica
  • Listini
  • Condizioni di prenotazione.

L’elenco sopra è un’idea di massima relativamente ad alcuni dei task che vengono effettuati in struttura e che, appare evidente, non possono essere gestiti con l’ausilio del solo foglio excel, ma solamente attraverso un software gestionale che permette un maggiore controllo sulla propria struttura in alcuni aspetti che sono a dir poco capillari.

Inoltre un software gestionale moderno permette di essere accessibile tramite smartphone e quindi di poter controllare la propria struttura da qualsiasi dispositivo e da qualsiasi parte del mondo in cui ci si trova, sarà sufficiente una connessione ad un internet per capire quello che sta accadendo nel proprio hotel.

Ep. 2 – Che cosa è un channel manager per hotel

Quali sono i vantaggi di avere un channel manager?

Il channel manager è uno strumento indispensabile per ogni struttura ricettiva piccola o grande che vende camere o appartamenti tramite agenzie online (OTA). Il channel manager ha il compito di sincronizzare: prezzi, disponibilità e prenotazioni su tutti i portali di vendita e distribuzione online.

Lo scopo principale del channel manager è quello di far dimenticare all’albergatore le operazioni manuali di sincronizzazione ed aggiornamento di tariffe e disponibilità sui vari portali OTA, mettendolo al riparo dallo spauracchio per eccellenza…ovvero l’overbooking.

Da sottolineare è anche l’importanza di utilizzare un channel manager che lavori in modo “trasparente”, cioè che operi sulla base delle impostazioni settate dall’albergatore e che gestisca aperture e chiusure in maniera automatica.

Nell’episodio andremo a spiegare la differenza tra un collegamento channel manager ad 1 via e una connessione XML a 2 vie.

Cosa vuol dire che un channel manager lavora in maniera “automatica” a 2 vie?

1) L’albergo riceve una prenotazione da un portale OTA, questa verrà inviata al channel manager che si occuperà di gestirla inviandola al software gestionale che ne mostrerà i dettagli del caso come:

  • nome e cognome del prenotante
  • numero di notti
  • data di arrivo e partenza
  • tariffa prenotata dal cliente
  • alloggio prenotato dal cliente
  • eventuali note che lo stesso cliente ha inserito in fase di prenotazione
  • numero di carta di credito nel caso in cui il cliente l’abbia inserito

2) L’albergo inserisce nel proprio sistema gestionale una prenotazione ricevuta direttamente, appena inserita la prenotazione in automatico il software gestionale deve andare ad aggiornare il channel manager che il numero di camere in vendita si è ridotto di 1 unità. A questo punto il channel manager aggiornerà quindi i portali OTA con la riduzione di disponibilità.

Ascolta la puntata per scoprirne molte di più!

Che cosa sono le tariffe derivate e perché sono importanti

Tariffe Derivate Slope Software Gestionale Hotel

L’importanza di creare un modello tariffario alberghiero facile da gestire

Nella definizione del modello tariffario di un hotel riveste una certa importanza la gestione delle tariffe derivate.

In questo articolo andremo a spiegare per quale motivo è importante definire un piano tariffario che sia semplice da gestire ma allo stesso anche conveniente in termini di revenue.

La derivazione tariffaria è una funzionalità fondamentale per un software gestionale per hotel, poiché perché permette all’albergatore di semplificare operativamente la definizione dei prezzi.

Prima di spiegare in cosa consiste una tariffa derivata cerchiamo di definire che cosa intendiamo con i termini “tariffa” e “prezzo”.

Differenza tra tariffa e prezzo

Il prezzo è l’importo per cui viene messa in vendita una camera per una data combinazione di ospiti, data e trattamento.

La tariffa definisce invece le condizioni di prenotazione di un determinato alloggio e il relativo trattamento.

Esempio di definizione di un modello tariffario che utilizza esclusivamente la derivazione tariffaria

Partiamo da un esempio pratico di definizione tariffaria, prendendo in analisi un hotel che offre il trattamento “Solo Pernottamento” e “Bed and Breakfast”.

Il nostro hotel d’esempio è composto da 2 TIPOLOGIE di alloggi: matrimoniale e suite.

Suggeriamo al nostro ipotetico direttore hotel di creare 5 tariffe:

  • Solo pernottamento;
    • Solo pernottamento non rimborsabile (early bird);
  • Bed and Breakfast;
    • Bed and Breakfast non rimborsabile (early bird);
    • Bed and Breakfast OTA.

Le tariffe “non rimborsabili” saranno acquistabili solo con un anticipo minimo di prenotazione; questo evita la vendita di una tariffa scontata ma non rimborsabile sotto data.

 TariffaMatrimon.Suite
🏨Solo pernottamento 100€200€
↪️Solo pernottamento non rimbor.– 10%– 10%
↪️Bed and Breakfast+12€ per ospite+12€ per ospite
↪️Bed and Breakfast non rimbor.+8%+8%
↪️Bed and Breakfast OTA+12%+12%

La tariffa “solo pernottamento” sarà la tariffa di base su cui andremo a definire le regole di derivazione per la generazione dei prezzi delle altre tariffe.

Questo ci permette di creare un modello tariffario che sia derivabile con regole di modifica che possono essere:

  • Supplemento fisso per ospite;
  • Sconto fisso per ospite;
  • Supplemento percentuale;
  • Sconto percentuale.

Tale modalità consente di definire i prezzi per la sola tariffa base (nel nostro esempio la “solo pernottamento”) ed il sistema automaticamente si occuperà di generare i prezzi per le altre tariffe.

Perché le tariffe derivate semplificano la gestione alberghiera

Le tariffe derivate semplificano la gestione alberghiera perché se si decide di andare a modificare la tariffa base solo pernottamento della camera matrimoniale, portandola da 100€ (a notte) a 125€ (a notte), il sistema aggiornerà automaticamente le tariffe impostate come derivate.
Quindi la tariffa solo pernottamento non rimborsabile, per cui abbiamo impostato uno sconto percentuale del 10%, si aggiornerà automaticamente e costerà 112,50€.

Stesso discorso per la tariffa derivata Bed and Breakfast che automaticamente salirà a 137€.

Il grande punto di forza di avere tariffe derivate è che eviterà di andare a cambiare manualmente i prezzi ogni volta che effettuiamo anche una piccola operazione a livello tariffario. Inoltre la modifica manuale è un lavoro logorante e soggetto ad errori di distrazione.

Tariffe Derivate Slope Gestionale Hotel
Esempio di una tariffa derivata

Ereditare le restrizioni

Il PMS del software gestionale della vostra struttura deve offrirvi la possibilità di impostare automaticamente nella tariffa derivata le stesse restrizioni della tariffa base.

Ad esempio se volete che la tariffa derivata “Bed and Breakfast non rimborsabile” abbia le stesse restrizioni della tariffa base cioè che sia vendibile solamente nei giorni venerdì-sabato-domenica e che abbia un soggiorno minimo di due notti, questo deve essere possibile.

Come evitare di creare confusione con l’arrotondamento dei prezzi

Può capitare che andando ad impostare prezzi con sconti o supplementi percentuali vengano generati dei prezzi non arrotondati all’euro, ma con dei decimali abbastanza strani che possono generare confusione nel cliente.
Per una questione d’immagine e di comunicazione è importante fare in modo che il software gestionale sia in grado di arrotondare il prezzo all’euro. L’operazione di arrotondamento deve avvenire in automatico per tutte le tariffe derivate.

La derivazione tariffaria come strategia alla base delle politiche di vendita sui portali OTA o agenzie

Con l’abolizione della parity rate molti albergatori hanno iniziato ad offrire tariffe diverse sul sito ufficiale rispetto a quelle presenti sui canali OTA, magari applicando una maggiorazione del 10% su quest’ultimi.

Anche in questo caso è evidente come l’applicazione di una tariffa derivata aiuti a semplificare il processo di gestione e vendita nei canali OTA.

Cosa intendiamo?

Le camere del mio hotel sono in vendita su tre diversi canali OTA, dove decido di applicare prezzi diversi.
Grazie ad una tariffa derivata, sarà sufficiente prendere una tariffa base da cui partire (in questo caso la Bed and Breakfast) ed andare ad applicare supplementi fissi per ospite o aumenti percentuali.

 

 TariffaMatrimonialeSuite
🏨Bed and Breakfast120€220€
↪️Bed and Breakfast OTA A+15€ per ospite+15€ per ospite
↪️Bed and Breakfast OTA B+8%+8%
↪️Bed and Breakfast OTA C+12%+12%

 

Tariffe Derivate Slope Gestionale Hotel come impostarle nelle OTA
Esempio dell’applicazione di più tariffe derivate in Slope

Se nella lettura dell’articolo vi sono venuti dei dubbi su come impostare tariffe e prezzi per il vostro hotel, vi rimandiamo alla lettura di questo post.

Gestione delle tariffe derivate con Slope

Slope permette di definire in maniera assolutamente flessibile l’impostazione delle tariffe derivate, grazie ad un’interfaccia intuitiva che fornisce all’albergatore gli strumenti più appropriati per creare un modello tariffario alberghiero facile da gestire ed assolutamente modulabile.

Richiedere subito una demo di prova di Slope, software gestionale per hotel.