Il sito web della mia struttura non genera abbastanza prenotazioni: i consigli dell’esperto

il sito non genera prenotazioni

Il 90% delle piccole strutture lamenta che il proprio sito web ufficiale non generi sufficienti prenotazioni dirette, la percentuale scende al 75% per quelle medie ed il 60% per quelle grandi.

Come prima cosa dobbiamo capire che cosa significhi “sufficienti prenotazioni”, dobbiamo quindi definire delle metriche che ci permettano di misurare come il nostro sito stia performando.

Prima cosa? Misurare i dati!

Per prima cosa fatevi installare dal nostro webmaster un analizzatore degli accessi e del traffico per il vostro sito, noi suggeriamo Google Analytics poiché è gratuito, potentissimo, molto granulare e in grado di integrare automaticamente con altri strumenti Google con AdWords e AdSense.

Una volta che avrete accesso ai dati relativi alle visite del vostro sito, potrete capire se lo scarso numero di contatti e prenotazioni dirette sia legato ad un basso numero di visite al sito o se ci sono delle pagine che portano ad un drop degli utenti (chiusura del sito) maggiore rispetto ad altre.

Un altro dato prezioso da tenere in considerazione è la risoluzione dello schermo ed il browser degli utilizzato dagli utenti, è possibile che il vostro sito non sia ben visibile su schermi di una data dimensione, questo per motivi legati alla struttura della pagina. Risulta quindi importante provare insieme al proprio webmaster le varie risoluzioni ed assicurarci che il sito sia fruibile ottimamente per ciascuna di esse.

Non abbiamo detto che il sito deve avere un booking engine, non lo abbiamo detto perché per noi è un requisito imprescindibile. In questo articolo abbiamo già descritto quali sono le caratteristiche di un buon booking engine. Quello che secondo noi è però fondamentale sottolineare (e che troppo spesso non viene considerato) è che “il booking engine genera più prenotazioni di quelle che arrivano direttamente tramite esso”. Vi spieghiamo meglio.

Un booking engine, rispetto ad una semplice pagina web statica in cui è mostrato il listino prezzi della struttura in base ai periodi dell’anno, offre al turista un modo veloce per generare un preventivo di quanto andrà a spendere nella combinazione: ospiti, periodo e tipologia di camera.

Per intenderci il booking engine deve essere il vostro biglietto da visita, il vostro parametro di successo.

L’utente utilizza il booking engine per conoscere il prezzo del suo soggiorno, nell’80% dei casi il potenziale cliente preferisce telefonare e prenotare. Ma come facciamo a sapere se una prenotazione telefonica è stata generata dal sito web e non da un portale di annunci o da una directory di strutture? L’unico modo per saperlo è chiederlo al cliente ed annotare nel proprio gestionale il canale di provenienza della prenotazione.

Per questa ragione è importante avere un PMS che renda facile segnare la sorgente di provenienza di una data prenotazione così da poter analizzare e studiare i dati.

Una volta venuti a conoscenza delle percentuali di prenotazioni divise per canali, possiamo raggrupparle nelle seguenti tipologie:

  • Diretta telefonica proveniente da sito;
  • Diretta telefonica proveniente da altro canale;
  • Tramite Booking Engine;
  • Portali OTA;
  • Agenzie;

Il nostro obiettivo è quindi quello di tenere la somma delle prime 3 tipologie intorno al 70%, il rimanente 30% sarà spalmato tra portali ed agenzie.

Ovviamente questi dati sono indicativi perché variano sia in base al periodo dell’anno ma anche dalla vostra tipologia di struttura (leisure VS business).

Se le percentuali di prenotazioni dirette sono più basse, allora possiamo dire con buona probabilità che il sito web non converte come dovrebbe, abbiamo quindi un margine di miglioramento su cui lavorare.

Miglioramento di aspetti tecnici del sito:

Il primo punto di intervento è il miglioramento del layout del sito, una grafica moderna con grandi foto renderà l’utente più propenso a continuare la navigazione ed a prenotare, questo perché una bella foto ha una potenzialità comunicativa enorme. Considerate che i Millenials, l’utenza più presente sul web che va dai 25 ai 34 anni, tende a valutare i contenuti in base alle foto, e non al testo.

Una volta che il vostro sito è impeccabile dal punto di vista dell’estetica dobbiamo assicurarci che sia adatto a tutte le tipologie di schermi (dal desktop ai cellulari), un numero sempre maggiori di utenti cerca l’hotel tramite lo smartphone, ma la maggior parte delle prenotazioni vengono poi finalizzate sul desktop.

Abbiamo detto che un sito con foto grandi e di impatto aiuta la conversione, è però altrettanto importante misurare i tempi di caricamento delle pagine del sito. Un sito che impiega più di 2.8 secondi per essere caricato ha il 30% in più di possibilità di perdere l’utente che lo richiede.

Per mettere alla prova il vostro sito potete usare degli strumenti di misurazione come Pingdom website speed test https://tools.pingdom.com .

Miglioramenti di aspetti UX del sito:

Rendete sempre chiara la call to action, ossia il pulsante che collega l’utente al vostro booking engine.

Per collegare il vostro booking engine al sito avete due opzioni tecniche: un link oppure un form.

Il link è la soluzione più semplice dal punto di vista implementativo, ad esempio un pulsante nel menu del sito con scritto “PRENOTA” o qualcosa di simile. Il problema però è che mettendo solo il link, l’utente che clicca sul collegamento si troverà poi in un’altra pagina dove dovrà inserire le date ed il numero di ospiti aggiungendo così uno step in più per l’utente, e come ben sappiamo ogni click aggiuntivo è un potenziale rischio di perdere il cliente e la prenotazione (possibile drop).

La soluzione alternativa (e migliore) è quella di utilizzare un form. Un form raggruppa una serie di campi di inserimento che permettono all’utente di indicare le date di arrivo e partenza ed il numero di ospiti direttamente dalla pagina del sito web, facendo click sul pulsante di invio il booking engine mostrerà già i risultati per la data selezionata, quindi le camere disponibili ed i relativi prezzi in base alla tariffa.

Altro aspetto molto importante è mostrare le promozioni attive direttamente sul proprio sito, a tale proposito il software Slope mette a disposizione un widget che permette al sito di aggiornarsi in automatico e mostrare un elenco delle promozioni create sul PMS ed acquistabili dal booking engine.

I vantaggi di usare un widget che si aggiorna in automatico sono molti:

  • Non dovete ricordarvi di aggiornare il sito quando l’offerta scade;
  • Non dovete togliere l’offerta quando questa non è più disponibile;
  • L’utente ha un collegamento veloce tra il sito e la specifica promozione;
  • Dovete intervenire aggiornando solo il vostro gestionale ed automaticamente si aggiornerà il sito ed il booking engine.

Ottimizzazioni del booking engine per ottenere prenotazioni

Come oramai detto più volte, il booking engine è uno strumento fondamentale per ricevere prenotazioni dirette, lo è ancora di più in determinate ore del giorno, o per meglio dire della notte.

Molti turisti cercano hotel tra le 21.00 e le 00.00, in questo lasso temporale è poco probabile che l’utente decida di telefonare in struttura per richiedere disponibilità e prenotare. Quello che spesso avviene in questi casi è che l’utente abbandona il sito sprovvisto di booking engine per prenotare da un portale OTA.

Oltre ad essere le prenotazioni OTA più costose in termini di commissioni si corre anche il rischio che l’utente cambi idea e scelga di prenotare il soggiorno presso un’altra struttura.

Quindi il nostro obiettivo è quello di semplificare quanto più possibile il flusso di prenotazione da booking engine, e per farlo possiamo decidere di accettare prenotazioni senza l’obbligo da parte del cliente di inserire i dati della propria carta di credito.

Il mercato turistico sta andando sempre più verso questa direzione, sempre più portali permettono infatti di prenotare soggiorni senza la necessità di lasciare acconti né documenti a garanzia, e dato che la competitività è in aumento la soluzione della prenotazione senza carta di credito è sempre di più in voga.

C’è realmente bisogno di curare tutti questi aspetti per ottenere più prenotazioni?

Booking engine, Property Management System, Channel Manager: vale davvero la pena curare tutto ciò?

Si, perché la concorrenza è sempre più agguerrita, ma allo stesso tempo la stragrande maggioranza delle attività partecipa a una fiera della mediocrità in cui spesso si stenta ancora a credere che il futuro possa passare veramente per questi strumenti.

Con il software gestionale Slope hai sempre sotto controllo ogni aspetto del tuo hotel.

Articoli consigliati