Trasmissione telematica dei corrispettivi in Hotel | Podcast Ep.38

trasmissione elettronica dei corrispettivi in hotel

Come si stanno muovendo gli albergatori con gli scontrini elettronici ed i corrispettivi telematici? Quali possono essere le criticità ed i dubbi da affrontare in hotel? 

Nella trentottesima puntata del podcast Ospitalità 4.0 Marco e Edoardo parleranno di corrispettivi telematici e scontrini elettronici per hotel, cercando di analizzare la normativa entrata in vigore dal 1°gennaio 2020 che obbliga gli hotel a dotarsi di un registratore di cassa telematico che ha il compito di memorizzare e trasmettere quotidianamente all’Agenzia delle Entrate i dati dei corrispettivi giornalieri.

Obbligo della trasmissione telematica e riferimenti normativi

La Legge di Bilancio 2019, che dal 1° luglio 2019 aveva iniziato la graduale sostituzione degli scontrini e delle ricevute fiscali con i corrispettivi elettronici, è entrata pienamente in vigore il 1°gennaio 2020

Chi effettua operazioni di “commercio al minuto e attività assimilate”, tra cui esercenti attività turistico ricettive di tipo alberghiero e ristoratori, per le quali non è obbligatoria l’emissione della fattura (se non su richiesta del cliente), devono certificare i corrispettivi tramite memorizzazione e trasmissione degli stessi all’Agenzia delle Entrate.

Queste operazioni, fino al 2019, venivano registrate nel classico registro dei corrispettivi cartaceo, disciplinato dall’art. 24 del D.P.R. 633/1972, nel quale venivano annotate tutte le operazioni attive e i corrispettivi giornalieri desumibili da scontrini e da ricevute fiscali rilasciate, nonché tutte quelle operazioni per le quali sono state emesse fatture. 

Tale registro, con l’emissione dei corrispettivi telematici, è stato quindi sostituito da quello elettronico, generato automaticamente con la trasmissione di tutti i corrispettivi telematici giornalieri. 

Come già detto, gli scontrini e ricevute sono state sostituiti da un documento commerciale, che viene emesso utilizzando:

  • un registratore telematico (RT) 
  • una procedura web messa a disposizione gratuitamente dall’Agenzia delle Entrate.

Lo scontrino elettronico non è altro che l’obbligo di memorizzazione e trasmissione telematica dei corrispettivi giornalieri previsto per i titolari di partita IVA che esercitano attività di commercio al minuto.

Le funzionalità del registratore telematico per un hotel

Come già raccontato dai nostri ingegneri Giacomo e Lorenzo, è importante dotarsi di un ricevitore di cassa telematico moderno ed evitare di ripiegare su una soluzione economica, così che sia in grado di connettersi alla rete locale della struttura ricettiva ed essere interfacciato con una o più postazioni di vendita.

Il registratore telematico va acquistato presso un rivenditore autorizzato, soprattutto in considerazione del fatto che tali rivenditori saranno soggetti accreditati presso l’Agenzia delle Entrate, la quale emetterà a loro favore, una volta verificati i requisiti tecnici e tecnologici del registratore, un certificato di validità.

Il registratore telematico deve: 

  • Consentire di memorizzare la singola operazione e, al contempo, emettere il documento commerciale esattamente come avveniva con il registratore di cassa tradizionale. 
  • Al momento della chiusura di cassa, l’RT in automatico (quindi senza alcun intervento dell’esercente), predispone e sigilla elettronicamente il file XML contenente i dati complessivi dei corrispettivi della giornata lavorativa (così come era d’obbligo generare un documento riepilogativo con un classico registratore di cassa a fine giornata) e trasmette tale file al sistema dell’Agenzia delle Entrate in modo sicuro.

Errore nella trasmissione di uno scontrino elettronico

Qualora al momento del check-out vengano commessi degli errori durante la memorizzazione di uno scontrino/documento commerciale, questo potrà essere annullato/modificato fino al momento della sua trasmissione in Agenzia delle Entrate a fine giornata (con le funzionalità specifiche che variano in base al proprio RT e software di riferimento). 

Diverso è il caso in cui ci si accorge dell’errore DOPO la trasmissione del documento; occorre infatti gestire la rettifica secondo le specifiche previste dall’Agenzia delle Entrate relativamente al documento commerciale per reso merce oppure al documento commerciale per annullamento, rivolgendosi subito al proprio commercialista.


Il podcast ed il presente articolo non possono sostituire ovviamente la consulenza del vostro commercialista, anche a fronte della complessità della materia e delle peculiarità di ogni caso concreto.

Articoli consigliati